From Grado to Aquileia: Bicilettando tra gli antichi romani – Part 2 –

3° TAPPA: Arrivando dalla pista ciclabile, attraverso la campagna, si inizia a scorgere in lontananza tra gli alberi il campanile e parte dell’imponente basilica della città romana di Aquileia, fondata nel lontano 181 A.C. Parte del suo splendore imperiale rivive ancora oggi in alcuni angoli del centro, attraverso un vasto sito archeologico tutto da scoprire.

Il fulcro è costituito dalla basilica patriarcale di Santa Maria Assunta che si affaccia sulla grande Piazza del Capitolino affiancata dal battistero e dal campanile. I resti più antichi risalgono al IV secolo ma l’attuale edificio è stato costruito nel XI secolo e mantiene ancora oggi uno stile romanico con qualche piccola modifica subita nei secoli.

Il suo interno, caratterizzato da una pianta a croce latina a tre navate con un alto presbiterio, racchiude uno dei più antichi e grandi mosaici cristiani ammirabili che ricopre l’intero pavimento della basilica. Numerosi sono anche gli affreschi, ben conservati, presenti sulla cupola del presbiterio e nella cripta sottostante.

Uscendo dall’edificio ci si imbatte direttamente sull’entrata del battistero, caratterizzato dalla sua forma ottagonale interna. Spostandosi poi nella piazza è possibile salire sul campanile che regala una spettacolare vista a 360° sulla campagna circostante e sulla laguna di Grado.

Imboccando le stradine che costeggiano la parte posteriore della basilica, si arriva all’antico porto fluviale, visitabile percorrendo un suggestivo viale pedonale alberato, costeggiato da un corso d’acqua, chiamato Via Sacra. E’ possibile ammirare ciò che rimane del lato occidentale delle banchine del porto, un tempo crocevia di attivissimi scambi commerciali.

Finita la passeggiata e spostandosi leggermente verso nord, si arriva al foro romano, l’antica piazza principale di Aquileia, dove sono visibili i famosi resti del portico-colonnato che lo affiancava.

Risaliamo ora in sella alla nostra bici e ci spostiamo verso la parte moderna della cittadina dove, in mezzo alle case, è stato portato alla luce il Sepolcreto, un particolare insieme di sarcofagi e are e sculture.

Finita la visita alla scoperta di Aquileia, riprendiamo a biciclettare sulla via del ritorno, magari facendo una sosta in qualche localino tipico del centro storico di Grado per gustarsi un buon aperitivo, prima di rientrare al camper.


Dove sostare in camper ad Aquileia:

  • Punto sosta camper in Via Grandi, nelle vicinanze della basilica, con possibilità di carico/scarico con sosta a pagamento (10€ al giorno).

  • Campeggio “Camping Aquileia” in Via Gemina 10, nelle vicinanze del sito archeologico, immerso nel verde.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *